1. La presente per chiederLe se è considerato giusto requisito, per la partecipazione alla gara in oggetto, l’iscrizione della ns. società nel Registro delle Imprese della CCIAA di Napoli per la seguente attività: “Servizi di promozione e valorizzazione del territorio”.
risposta: Non si evincono motivi ostativi

2. Sono disponibili dei modelli/formulari per l’offerta economica e la documentazione amministrativa (istanza di partecipazione)? Oppure possiamo procedere autonomamente?
risposta: Non vi sono modelli, è possibile procedere autonomamente.

3. Nel format del progetto, nella suddivisione dei costi per anno, viene riportato il budget di €100.000,00 per “Escursioni via mare” …. è possibile specificare meglio la natura di tale indicazione? Il bando richiede anche l’organizzazione di tali attività? O si intende la realizzazione di attività marketing e promozionali, a tal scopo?
risposta: Le attività progettuali devono garantire le possibilità di espletare al meglio le attività di escursione. Si richiede, pertanto, di esplicitare anche le modalità di organizzazione e diffusione di tali attività.

4. Nel format di progetto, nella tabella del cronoprogramma “Tempi di realizzazione per acquisizione Beni e Servizi”, si indica l’esecuzione fornitura/prestazioni in 3 bimestri (2°, 3° e 4° bimestre del 2020) …. la durata effettiva del bando invece risulta essere di 10 mesi (da gennaio a ottobre 2020) … è possibile averne conferma?
risposta: Si conferma che la durata massima è di 10 mesi.

5. In riferimento alla procedura in oggetto, all’art. 5 del Capitolato di gara, si legge: “Considerato il notevole contenuto tecnologico, legato allo sviluppo di soluzioni informatiche innovative (…)”; non avendo rintracciato ulteriori riferimenti esplicativi nella documentazione di gara, si chiede di chiarire se trattasi di refuso del testo, oppure di chiarire la tipologia e la quantità di soluzioni informatiche attese dalla stazione appaltante nell’ambito del servizio in affidamento.
risposta:  Le soluzioni informatiche devono essere proposte dall’operatore economico ai fini della valutazione da parte della stazione appaltante. Qualunque esempio potrebbe essere fuorviante.

6. In riferimento al punto 10.REQUISITI DI PARTECIPAZIONE E CRITERI DI SELEZIONE del Disciplinare di appalto, il punto 4, recante i Requisiti di capacità tecnica professionale (art. 83, comma 1 lett c) D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i.) specifica che Il concorrente dovrà dimostrare di aver già espletato un servizio analogo nel triennio 2016-2018. Si chiede conferma che l’attività di Assistenza Tecnica all’attuazione e Valutazione di Programmi comunitari (svolta dal chi si candida come mandatario del costituendo RTI proponente) e l’attuazione di Piano di Gestione Locale Pesca Artigianale (svolta dal mandante) siano qualificabili come servizi analoghi.
risposta: I requisiti e l’attendibilità degli stessi saranno valutati dalla commissione di gara che opportunamente sarà costituita successivamente alla scadenza del bando.

7. Il bollo da apporre sull’istanza di partecipazione di che importo deve essere?
risposta: 16 euro

8. Relativamente alla garanzia provvisoria l’importo del 2% è da calcolarsi sull’importo netto ovvero di € 135.245,90? In caso di garanzia fornita con assegno, lo stesso può essere un assegno bancario o deve essere circolare?
risposta: L’importo della garanzia va calcolata sull’importo netto e dev’essere fornita tramite assegno circolare.

9. Il punto D2 della griglia dei criteri di valutazione riferendosi agli aspetti migliorativi parla di un numero minimo di risorse previste dal
bando? Quali sono e quante sono? ovvero in che punto del bando sono elencate?
risposta: Sono in senso astratto e non quantificate. Sarà la commissione appositamente nominata in seguito alla scadenza del bando a definire le eventuali oggettività o soggettività

10. L’aggiudicazione sul criterio dell’offerta economica più vantaggiosa avverrà a parità di punteggio dell’offerta tecnica tra i concorrenti o a prescindere dal punteggio acquisito dall’offerta tecnica?
risposta: Gli elementi posti nella domanda non permettono una risposta esaustiva

11. Il punto 9 della scheda progettuale ( tempi di realizzazione lavori), va compilato a cura del FLAG, vista la competenza rispetto alle voci di attività e la mancanza di informazione da parte nostra?
risposta: La sezione dev’essere compilata dall’operatore economico, secondo le indicazioni generali nel disciplinare

12. Il punto 12, quadro finanziario complessivo, ha un appostamento di cifre che ci appaiono non congrue per l’attività da realizzare. Nello specifico la voce noleggio attrezzature dell’importo di € 5.000,00 non è sufficiente per sostenere i costi di noleggi come allestimenti, service audio luci,strutture etc.. per gli eventi richiesti. E possibile rimodulare il budget?
risposta: non è possibile rimodulare il budget.

13. Gli oneri per la sicurezza relativi agli eventi, per le certificazioni, le agibilità, vanno inseriti nella voce convegni ed eventi?
risposta: Si

14. Gli oneri SIAE in che voce vanno inseriti?
risposta: nella sezione Oneri per gli eventi

15. Quale è la percentuale prevista o consentita di scostamento dalle voci degli indicatori?
risposta: Gli elementi posti nella domanda non permettono una risposta esaustiva

16. Può considerarsi “fatturato ” di una società a carattere artistico, (come la scrivente….), il valore totale della produzione risultante dal bilancio d’esercizio, poiché gran parte dei lavori verso la pubblica amministrazione la società li svolge con i criteri della rendicontazione della spesa? Nello specifico il settore degli eventi artistici e delle attività di progettazione e realizzazione degli stessi , in Italia per la gran parte è finanziato dal: MIBAC, ( Ministero per i Beni e Attività Culturali ) Regione Campania, SIAE, Città Metropolitana, Fondazioni ed istituzioni varie , con l’ammissione al finanziamento utilizzando la formula della rendicontazione finale dei costi sostenuti. Operare in questo modo non diminuisce il valore professionale dell’attività , anzi, lo avvalora perché i crediti che sono stati acquisiti in termini di collaborazioni, progettazioni, bandi vinti con finanziamenti ministeriali e delle istituzioni su indicate, restituiscono l’importanza,la credibilità ed affidabilità della nostra società.
risposta: Il fatturato si evince dalla dichiarazione dei redditi o dal bilancio della società. Non sono ammesse altre forme.

17. Si richiede di conoscere il Codice Fiscale e la Partita Iva del FLAG per procedere con la fideiussione..
risposta: p.iva/ Codice Fiscale 95243880639

18. Bando Marine litter, In riferimento al requisito di idoneità professionale di cui al punto 10.2 del disciplinare. Il requisito in parola richiede a tutti i concorrenti di dimostrare “la iscrizione per attività corrispondenti ai servizi oggetto di gara, nel registro delle imprese della CCIAA”. In particolare, il successivo punto 10.5 del disciplinare richiede che, in caso di ATI, il detto requisito sia posseduto da tutti i concorrenti. Tale requisito di accesso, laddove interpretato letteralmente, sarebbe piuttosto restrittivo della concorrenza e anche contraddittorio, atteso che le attività oggetto di affidamento riguardano profili di sensibilizzazione e informazione/ formazione/organizzazione eventi e che, come facilmente immaginabile, rientrano esattamente nel target delle Associazioni di promozione sociale come Assoutenti (regolarmente iscritta all’albo regionale campano delle APS). Si chiede, dunque, se la vista apparente limitazione di accesso possa essere superata:
– Attraverso una modifica della lex specialis che stabilisca che il requisito di idoneità professionale possa essere dimostrato mediante iscrizione al registro CCIAA (per le imprese) ovvero mediante iscrizione agli altri registri di competenza per gli altri Operatori economici (Registro APS, Registro Cooperative Sociali etc.);
Ovvero,
– In via interpretativa chiarendo che la detta disposizione di lex specialis deve essere interpretata in conformità a quanto stabilito dalla Giurisprudenza amministrativa nel senso che la iscrizione alla CCIAA è richiesta per le sole imprese mentre, nel caso delle Associazioni di promozione sociale, detta iscrizione alla CCIAA non è necessario, non trattandosi di imprese (cfr. TAR Campania – Napoli, 4^, n. 6519 dell’8.11.2018);
risposta: Trattandosi di un eventuale ATI, l’iscrizione alla camera di commercio dovrà essere effettuata successivamente alla costituzione della stessa. L’idoneità professionale sarà dimostrata con l’iscrizione ai registri di competenza per ogni operatore economico partecipante all’ATI (registro APS ecc…)

19. Bando Marine Litter, in riferimento al Requisito di capacità economico-finanziaria di cui al punto 10.3 del disciplinare.
In relazione al punto inerente il possesso dei requisiti di capacità economico finanziaria la lex specialis stabilisce che “ogni impresa partecipante in raggruppamento/consorzi o GEIE deve possedere, dichiarare e dimostrare i singoli requisiti di capacità economico-finanziaria richiesti nella percentuale corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento e di esecuzione della prestazione”. Si chiede come Codesto FLAG intende conciliare tale principio con la circostanza che, a valle della sentenza dell’Ad. Plenaria del C.d.S. n. 27/2014, deve ritenersi oramai venuto definitivamente meno, in materia di ATI e per gli appalti di servizi, il principio di corrispondenza delle quote di qualificazione, partecipazione ed esecuzione. Si rammenta, inoltre, che in virtù del principio di tassatività delle clausole di esclusione, Codesta S.A. non può stabilire in lex specialis delle fattispecie escludenti ulteriori rispetto a quelle previste a monte dalla Legge.
risposta: La quota di partecipazione può essere diversa dalla percentuale dei requisiti economici – finanziari.

20. Bando Marine Litter, in riferimento a Requisito di capacità tecnico professionale di cui al punto 10.4 del disciplinare. In relazione ai requisiti di cui in oggetto la lex specialis richiede che, in caso di ATI, ciascuna impresa raggruppata dimostri la avvenuta esecuzione di almeno un servizio analogo (“ogni impresa partecipante in raggruppamento/consorzi e GEIE deve possedere, dichiarare e dimostrare i requisiti di cui alle lett. e) e f))”. Tale disposizione è gravemente lesiva degli obblighi e dei principi di massima partecipazione e concorrenza atteso che determina, ipso facto, uno snaturamento dell’istituto dell’ATI.
risposta: I requisiti devono essere dimostrati dall’eventuale ATI e non da ogni singolo operatore economico.

21. In riferimento al bando relativo all’organizzazione del festival del mare, nel format scheda progetto si indica il coinvolgimento di stakeholders, associazioni impresa, operatori del turismo, scuole, operatori del comparto pesca, guide turistiche. I su indicati soggetti sono stati individuati dal Flag ? e nel caso di risposta positiva se è possibile avere l’ elenco con l’ indicazione dei vari soggetti da coinvolgere ?
risposta: Non vi è un elenco dettagliato degli stakeholders che saranno coinvolti. La finalità del bando è di coinvolgere quanti più soggetti possibili al fine di attuare quello che è l’obiettivo della strategia di sviluppo del nostro flag. A tal fine si consiglia alla SS LL di leggere la Strategia di Sviluppo Locale pubblicata sul sito https://www.flaglitoralemigliodoro.it/

22. La programmazione (nell’offerta tecnica) deve essere descritta con i nomi degli artisti e personalità coinvolte oppure basta l’ indicazione della tipologia, esempio è sufficiente indicare attore/ artista di fama nazionale o locale oppure l’ indicazione specifica ( nomi) dell’ artista personalità
risposta: E’ sufficiente indicare la tipologia generica del soggetto coinvolto. Basta una descrizione della figura che rivestirà i ruoli richiesti

23. Per quanto riguarda i convegni bisogna indicare l’ argomento specifico oppure basta indicare argomenti generali che verranno meglio specificati in sede di realizzazione del progetto.
risposta: Basta indicare argomenti generali che verranno meglio specificati in sede di realizzazione del progetto scaturiti dal confronto con CdA e le figure apicali del ATS Flag litorale miglio d’oro.

24. Al punto 12 Quadro finanziario complessivo l’elenco delle voci appaiono non congrue per le attività da svolgere soprattutto la voce noleggio attrezzature è possibile rimodularle ?
risposta: in nessun modo è possibile modificare il punto 12 Quadro finanziario complessivo. Si richiede all’operatore economico una proposta progettuale complessiva con la definizione di risultati realistici e concreti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *