Più di 2.000 presenze in due giorni, undici associazioni e sette scuole coinvolte, 150 studenti impegnati nelle visite guidate. Sono i numeri de “Il mare si fa scuola”, iniziativa che per una settimana ha messo al centro l’importanza dell’oro blu e che ha vissuto il momento clou negli ex molini meridionali Marzoli di Torre del Greco, dove sono stati allestiti stand e dove sul palco centrale si sono susseguite esibizioni e spettacoli molto partecipati.
La manifestazione si inserisce nella prima edizione di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”, la rassegna organizzata da La Bazzarra e diretta da Gigi Di Luca, con il finanziamento della Regione Campania-Flag Litorale Miglio d’oro e la collaborazione dei Comuni di Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata.
Si è partiti con le visite guidate che fino a venerdì 27 maggio hanno permesso agli studenti degli istituti coinvolti di visitare il museo della marineria, le Cento Fontane, la Capitaneria, i cantieri navali Di Donato e Palomba, la casa del pescatore e la torre velica. Sabato e domenica poi le attese serate in via Calastro, dove sono stati allestiti stand informativi (a cura di Plastic Free, Mare Vivo, Lega Navale, Guardia Costiera, Primaurora, Oceanis, Flag Miglio d’oro, Forum dei Giovani, associazione Delphino, comprensivo Angioletti, istituto Degni, comprensivi Sauro-Morelli e Falcone-Scauda e istituto Colombo). Due le tavole rotonde, tanti i laboratori. Sul palco centrale applauditissime le esibizioni degli alunni di Giampietro-Romano, Don Milani, Sauro-Morelli, Falcone-Scauda, Angioletti, Degni e Colombo, gli interventi delle guarattelle di Bruno Leone, il reading Novecento della scuola di teatro La Bazzarra e il concerto di musica popolare dei Luna Janara. “Siamo soddisfatti della risposta di un pubblico vario – afferma Gigi Di Luca – che ha affollato i molini e che sta a dimostrare come il lavoro in sinergia con varie realtà del territorio sia stata la scelta giusta. Vogliamo proseguire in questa direzione, coinvolgendo ancora di più le istituzioni, la cui presenza agli ex molini è stata importante e qualificata, spingendoci da subito a programmare nuove azioni che abbiano come riferimento il mare”.

Sabato 28 esibizioni delle scuole, domenica 29 reading Novecento e concerto dei Luna Janara nell’ambito della rassegna “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”

Stand, dibattiti ed esibizioni musicali: nel fine settimana il complesso degli ex molini meridionali Marzoli diventa un punto di valorizzazione di una delle risorse più importanti delle città del Miglio d’oro. Merito de “Il mare si fa scuola”, l’iniziativa prevista sabato 28 e domenica 29 maggio, che rientra nel ricco programma di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”, rassegna organizzata da La Bazzarra e diretta da Gigi Di Luca, con il finanziamento della Regione Campania-Flag Litorale Miglio d’oro e la collaborazione dei Comuni di Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata.

Sarà il palco aperto ai momenti artistici il cuore della due giorni, dove sabato dalle 19 saliranno gli alunni di Giampietro-Romano, Don Milani, Sauro-Morelli, Falcone-Scauda, Angioletti e Degni, con interventi di Bruno Leone e le sue guarattelle, mentre domenica (dalle 19.30), dopo l’esibizione musicale degli alunni dell’istituto Colombo; sono previsti gli attesi reading Novecento a cura della scuola di teatro La Bazzarra e il concerto di musica popolare del gruppo torrese Luna Janara.

Nelle aree di via Calastro saranno allestiti già dalle 18 stand espositivi a cura di Plastic Free, Mare Vivo, Lega Navale, Guardia Costiera, Flag Litorale Miglio d’oro, Primaurora, associazione Delphino, comprensivo Falcone-Scauda, Angioletti, istituto Degni, comprensivo Sauro-Morelli, istituto Colombo. Sabato 28 maggio inoltre sono previste una tavola rotonda con la partecipazione dei docenti dal titolo “Il teatro e le arti performative come sviluppo culturale per l’infanzia ed il territorio” e laboratori su ambiente (a cura dell’associazione Primaurora), biologia marina (associazione Delphino), arte creativa (Forum dei Giovani di Torre del Greco) e guarattelle (a cura di Bruno Leone); domenica laboratorio-dibattito incentrato sulla legalità promosso a cura della cooperativa sociale Giancarlo Siani in collaborazione con il Forum dei Giovani di Torre del Greco, e laboratori di biologia marina (associazione Delphino) e danza gipsy (a cura dell’associazione Perla Etnica).

La due giorni ai Marzoli è stata preceduta da una serie di visite guidate che hanno coinvolto gli alunni di diverse scuole dei comuni interessati dai progetti, che hanno potuto conoscere più da vicino alcune delle attività svolte da enti e associazioni a stretto contatto con il mare.

Prima edizione di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”
Sabato 28 e domenica 29 saranno gli ex Marzoli ad ospitare la kermesse de La Bazzarra 
Alunni impegnati in visite guidate che avranno come tema principale il mare e le numerose ricadute sulle città dell’area costiera, mentre gli ex molini meridionali Marzoli per un week end diventeranno vetrina di esperienze legate all’oro blu. Questo e altro è “Il mare si fa scuola”, l’iniziativa in programma da lunedì 23 a domenica 29 maggio che animerà la città di Torre del Greco, grazie anche a spettacoli, incontri con scuole e associazioni ed iniziative ambientalistiche.
“Il mare si fa scuola” rappresenta uno dei momenti clou della prima edizione di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”, la rassegna organizzata da La Bazzarra e diretta da Gigi Di Luca, con il finanziamento della Regione Campania-Flag Litorale Miglio d’oro e la collaborazione dei Comuni di Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata.
La manifestazione è stata presentata nel corso di una partecipata conferenza stampa svoltasi all’hotel Poseidon, durante la quale è stato fatto anche il punto delle iniziative svolte a partire da marzo proiettando tra l’altro un video che ha riassunto le principali attività: tra gli altri erano presenti, oltre al direttore artistico, la consigliera comunale di Torre del Greco con delega al Benessere del cittadino, Carmela Pomposo; il vicesindaco di Ercolano, Luigi Luciani; il comandante della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, Vittorio Giovannone; i rappresentanti delle associazioni e delle scuole coinvolte nei diversi progetti di “Chi tene ‘o mare”, oltre agli esperti incaricati dei laboratori fin qui sviluppati negli istituti coinvolti. “Una conferenza – afferma il direttore artistico Gigi Di Luca – che ha confermato la qualità dell’entusiasmo e la partecipazione creata da questa festival, rispolverando l’orgoglio vesuviano di tutte le componenti sociali coinvolte: istituzioni, associazioni, scuole, parti sociali. Questo è il grande merito del festival: avere raccolto il grande entusiasmo di tutti quelli finora impeghnate nelle diverse iniziative proposte”.
Si parte lunedì con un itinerario guidato che fino a venerdì 27 maggio toccherà il museo della marineria-laboratorio di biologia marina, il complesso monumentale delle Cento Fontane, la Capitaneria di porto, i cantieri navali Di Donato e Palomba, la casa del pescatore e la torre velica. “Una passeggiata che racchiude un mondo di legami con il mare tra passato, presente e futuro” ha sottolineato ancora Gigi Di Luca.
Sabato e domenica invece vetrina de “Il mare si fa scuola” saranno gli ex molini meridionali Marzoli: si parte il 28 maggio alle 18 con l’apertura degli stand espositivi (Plastic Free, Mare Vivo, Lega Navale, Guardia Costiera, Primaurora, associazione Delphino, comprensivo Angioletti, istituto Degni, comprensivo Sauro-Morelli e istituto Colombo). Previste una tavola rotonda con la partecipazione dei docenti dal titolo “Il teatro e le arti performative come sviluppo culturale per l’infanzia ed il territorio” e laboratori su ambiente (a cura dell’associazione Primaurora), biologia marina (associazione Delphino), arte creativa (Forum dei Giovani di Torre del Greco) e guarattelle (a cura di Bruno Leone). Dalla 19.30 spazio alle esibizioni degli studenti di alcune scuole coinvolte sempre sul tema del mare: sul palco saliranno gli alunni di Giampietro-Romano, Don Milani, Sauro-Morelli, Falcone-Scauda, Angioletti e Degni, con interventi di Bruno Leone e le sue guarattelle.
Domenica 29 maggio l’apertura degli stand (Plastic Free, Lega Navale, Guardia Costiera, Primaurora, Delphino, Sauro-Morelli, Falcone-Scauda e istituto Colombo) è programma alle 18. Nel palinsesto delle attività un laboratorio-dibattito incentrato sulla legalità promosso dalla cooperativa sociale Giancarlo Siani in collaborazione con il Forum dei Giovani di Torre del Greco, e i laboratori di biologia marina (associazione Delphino) e danza gipsy (a cura dell’associazione Perla Etnica). Alle 19.30 partiranno invece le esibizioni: aprirà la serata la musica dell’istituto Colombo; a seguire il reading Novecento a cura della scuola di teatro La Bazzarra e il concerto di musica popolare del gruppo torrese Luna Janara.
Nell’ambito della prima edizione di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”
La presentazione dell’iniziativa venerdì 20 maggio alle ore 11 all’hotel Poseidon
Uno spazio di informazione, educazione, promozione e valorizzazione delle principali attività legate al mare. Questo e tanto altro caratterizzerà l’iniziativa “Il mare si fa scuola” che da lunedì 23 a domenica 29 maggio animerà gli spazi degli ex molini meridionali Marzoli e le aree circostanti il porto. Un grande contenitore caratterizzato da visite, itinerari e uno speciale villaggio del mare dove troveranno spazio l’arte legata al mare, spettacoli e incontri con le scuole e le associazioni, iniziative ambientalistiche.
“Il mare si fa scuola” rappresenta uno dei momenti clou della prima edizione di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”, rassegna organizzata da La Bazzarra con il finanziamento della Regione Campania-Flag Litorale Miglio d’oro e la collaborazione dei Comuni di Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata.
Per illustrare l’iniziativa venerdì 20 maggio, alle ore 11, presso l’hotel Poseidon di Torre del Greco è in programma una conferenza di presentazione nella quale il direttore artistico della rassegna, Gigi Di Luca, oltre a presentare le iniziative in programma durante l’ultima settimana di maggio, traccerà un bilancio della prima parte del festival, che si chiuderà a luglio riservando tante altre importanti sorprese.
Per l’occasione saranno presenti i rappresentanti delle associazioni, i professionisti e le scuole coinvolte nell’iniziativa.
“Chi tene ‘o mare-Festival del Mare del Miglio d’ Oro” mette al centro il concetto di appartenenza e di identità. “Ciò che il mare emana – sottolinea Gigi Di Luca – ci appartiene e ci rappresenta e genera un’identità che antropologicamente ci rende diversi, aperti all’accoglienza, disponibili alle nuove sfide ed esperienze”.

La Giornata marittima europea (EMD) è l’evento annuale di due giorni durante il quale la comunità marittima europea si incontra per creare reti, discutere e delineare un’azione congiunta sugli affari marittimi e l’economia blu sostenibile.

Parallelamente alla conferenza EMD a Ravenna (19-20 maggio 2022), numerosi eventi EMD In My Country 2022 si svolgono in tutta Europa da aprile a ottobre 2022. Le attività di EMD In My Country includono quest’anno 630 eventi, organizzati in 28 paesi (20 UE e 8 paesi extra UE), che ospiteranno quasi 200.000 partecipanti, coprendo tutti i bacini marittimi dell’UE, segnando un nuovo record nella storia della Giornata

Il prossimo 20 maggio anche le realtà campane da sempre in prima linea per la salvaguardia del mare e dei litorali celebreranno la ricorrenza presso il Porto del Granatello di Portici (NA).

Patrocinata da Regione Campania, Comune di Portici e .., la giornata è organizzata dal Flag Litorale Miglio d’oro, l’A.T.I. composta da AICS Napoli, Assoutenti Campania, Cooperativa Sociale Giancarlo Siani e Hippocampus Ercolano con il progetto “Marine Litter – Miglio d’oro”, Europe Direct Vesuvio e Callysto aps.

A partire dalle ore 9.00, la mattinata si svolgerà attraverso una serie di attività di sensibilizzazione alla cura ed alla tutela della risorsa mare, rivolta soprattutto ai più giovani, anche in ottica di celebrare il 2022 quale anno europeo della gioventù.

Per l’occasione, gli operatori della rete, saranno al Porto del Granatello per illustrare e coinvolgere quanti interverranno con le attività pensate per l’occasione.

#EMDinMyCountry