Prima edizione di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”
Sabato 28 e domenica 29 saranno gli ex Marzoli ad ospitare la kermesse de La Bazzarra 
Alunni impegnati in visite guidate che avranno come tema principale il mare e le numerose ricadute sulle città dell’area costiera, mentre gli ex molini meridionali Marzoli per un week end diventeranno vetrina di esperienze legate all’oro blu. Questo e altro è “Il mare si fa scuola”, l’iniziativa in programma da lunedì 23 a domenica 29 maggio che animerà la città di Torre del Greco, grazie anche a spettacoli, incontri con scuole e associazioni ed iniziative ambientalistiche.
“Il mare si fa scuola” rappresenta uno dei momenti clou della prima edizione di “Chi tene ‘o mare-Festival del mare del Miglio d’oro”, la rassegna organizzata da La Bazzarra e diretta da Gigi Di Luca, con il finanziamento della Regione Campania-Flag Litorale Miglio d’oro e la collaborazione dei Comuni di Portici, Ercolano, Torre del Greco e Torre Annunziata.
La manifestazione è stata presentata nel corso di una partecipata conferenza stampa svoltasi all’hotel Poseidon, durante la quale è stato fatto anche il punto delle iniziative svolte a partire da marzo proiettando tra l’altro un video che ha riassunto le principali attività: tra gli altri erano presenti, oltre al direttore artistico, la consigliera comunale di Torre del Greco con delega al Benessere del cittadino, Carmela Pomposo; il vicesindaco di Ercolano, Luigi Luciani; il comandante della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, Vittorio Giovannone; i rappresentanti delle associazioni e delle scuole coinvolte nei diversi progetti di “Chi tene ‘o mare”, oltre agli esperti incaricati dei laboratori fin qui sviluppati negli istituti coinvolti. “Una conferenza – afferma il direttore artistico Gigi Di Luca – che ha confermato la qualità dell’entusiasmo e la partecipazione creata da questa festival, rispolverando l’orgoglio vesuviano di tutte le componenti sociali coinvolte: istituzioni, associazioni, scuole, parti sociali. Questo è il grande merito del festival: avere raccolto il grande entusiasmo di tutti quelli finora impeghnate nelle diverse iniziative proposte”.
Si parte lunedì con un itinerario guidato che fino a venerdì 27 maggio toccherà il museo della marineria-laboratorio di biologia marina, il complesso monumentale delle Cento Fontane, la Capitaneria di porto, i cantieri navali Di Donato e Palomba, la casa del pescatore e la torre velica. “Una passeggiata che racchiude un mondo di legami con il mare tra passato, presente e futuro” ha sottolineato ancora Gigi Di Luca.
Sabato e domenica invece vetrina de “Il mare si fa scuola” saranno gli ex molini meridionali Marzoli: si parte il 28 maggio alle 18 con l’apertura degli stand espositivi (Plastic Free, Mare Vivo, Lega Navale, Guardia Costiera, Primaurora, associazione Delphino, comprensivo Angioletti, istituto Degni, comprensivo Sauro-Morelli e istituto Colombo). Previste una tavola rotonda con la partecipazione dei docenti dal titolo “Il teatro e le arti performative come sviluppo culturale per l’infanzia ed il territorio” e laboratori su ambiente (a cura dell’associazione Primaurora), biologia marina (associazione Delphino), arte creativa (Forum dei Giovani di Torre del Greco) e guarattelle (a cura di Bruno Leone). Dalla 19.30 spazio alle esibizioni degli studenti di alcune scuole coinvolte sempre sul tema del mare: sul palco saliranno gli alunni di Giampietro-Romano, Don Milani, Sauro-Morelli, Falcone-Scauda, Angioletti e Degni, con interventi di Bruno Leone e le sue guarattelle.
Domenica 29 maggio l’apertura degli stand (Plastic Free, Lega Navale, Guardia Costiera, Primaurora, Delphino, Sauro-Morelli, Falcone-Scauda e istituto Colombo) è programma alle 18. Nel palinsesto delle attività un laboratorio-dibattito incentrato sulla legalità promosso dalla cooperativa sociale Giancarlo Siani in collaborazione con il Forum dei Giovani di Torre del Greco, e i laboratori di biologia marina (associazione Delphino) e danza gipsy (a cura dell’associazione Perla Etnica). Alle 19.30 partiranno invece le esibizioni: aprirà la serata la musica dell’istituto Colombo; a seguire il reading Novecento a cura della scuola di teatro La Bazzarra e il concerto di musica popolare del gruppo torrese Luna Janara.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *